Nantes Ostiensis

Nantes Ostiensis

Master e non solo della Nantes Ostiensis
 
IndiceCalendarioGalleriaFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Invecchiamento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pater familias
Nantessiano
Nantessiano
avatar

NANTESSIANI : SI
Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.08.10
Località : Roma Appio Latino

MessaggioTitolo: Invecchiamento   Sab 25 Set - 20:20

Mi sono permesso di inserire un argomento che mi sta molto a cuore in questa sezione dato che mi sembra al momento di maggiore visibilità. Probabilmente avrebbe più ragion d'essere nella sezione tecnica. Mi affido alle strigliate e all'opera degli amministratori se desidereranno spostarlo.

Qualche anno fa ho tradotto un interessante articolo scritto da tale Phillip Whitten e pubblicato sul numero di Marzo 2005 da Swimming World. L'ho ripubblicato recentemente su [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] (http://www.nuotando.it/Invecchiamento/Invecchiamento.htm).

Approfondendo però ulteriormente l'argomento, desideravo evidenziare che, a parte l'articolo di cui sopra, e pochissime pubblicazioni, il tema nuoto+master è quasi totalmente ignorato. Gli unici due testi che sono riuscito a trovare sono:

"Il nuoto per master e amatori" di Fabio Bettazzoni Editrice Elika del 1998
"Swimming Past 50" di Mel Goldstein e Dave Tanner Human Kinetics del 1999

In tutti e due i libri però viene trascurato l'aspetto delle differenze di prestazioni e tempi di recupero durante gli allenamenti di atleti di età diversa. Il nuotatore master è o assimilato all'agonista o, coll'avanzare degli anni è equiparato sbrigativamente al frequentatore del nuoto libero.
Ritengo che la ragione di ciò sia nella povertà del campione (termine usato in accezione statistica) da studiare (andate a vedere per curiosità il numero dei classificati nell'ultimo Supermaster e verificate come il numero cada paurosamente dai Master 50 in su...) e nella singolare situazione in cui si vengono a trovare gli allenatori (non me ne vogliano assolutamente i nostri validissimi caoches...) ovvero quella di essere più giovani dei loro atleti. L'allenatore, oltre ad avere una competenza basata sullo studio, fonda le sue capacità anche sulla propria esperienza di (ex) nuotatore. In questo caso gli viene però a mancare la conoscenza (sul proprio corpo) delle modificazioni che intervengono in atleti di età avanzate (cardio vascolari, aerobiche...).
Mi sono trovato più volte a discutere di un'equazione data per scontata, in cui a nuotatori di età molto lontane tra loro, ma con le stesse prestazioni in gara, venivano proposti allenamenti con identici tempi di recupero.
Viste le oggettive difficoltà di approfondire il tema a bordo vasca, troverei stimolante utilizzare il forum per sviscerare ulteriormente l'argomento che trovo centrale nella nostra preparazione (magari e soprattutto con gli interventi dei nostri allenatori).
Grazie a tutti.
Pater Smile

P.S. Ovviamente parlando sempre di situazioni teoriche e allo "stato dell'arte". E in condizioni di spazio acqua adeguato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
carlo rossi
Nantessiano
Nantessiano
avatar

NANTESSIANI : SI
Gruppo di Allenamento : Novello Velocista
Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 16.09.10
Età : 53
Località : acilia

MessaggioTitolo: Re: Invecchiamento   Dom 26 Set - 12:08

ciao, non ho avuto ancora il piacere di conoscerti, o meglio, non credo di poter associare un volto al nick. io nuoto al babel dallo scorso anno e precedentemente l'ho fatto all'eschilo 1.
con attenzione ho letto il tuo post, e considerato che non è molto tempo che mi sono affacciato al mondo master, le "problematiche" che hai evidenziato, le sento da sempre mie!
il testo "invecchiamento" riporta quanto sia duro mantenere dei ritmi di allenamento costanti, ed a questo associerei quanto gli impegni di vita quotidiana ostacolino questa "costanza", per non parlare della tipologia del lavoro che ciascuno svolge......
con questo non cerco di giustificare la "scarsezza" dei miei risultati, nei confronti dei ns coaches, il cui impegno è lodevole, anche perchè se loro mi avessero seguito da 10 anni a questa parte, potrebbero anche gridare al "miracolo", ma solo associarmi ai concetti che hai espresso nel post.
credo di poter essere la prova vivente del nuotatore che nuota più veloce a 50 anni che a 25 Laughing Laughing Laughing
a presto....in vasca... carlo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
pater familias
Nantessiano
Nantessiano
avatar

NANTESSIANI : SI
Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.08.10
Località : Roma Appio Latino

MessaggioTitolo: Re: Invecchiamento   Dom 26 Set - 17:33

Ciao Carlo, grazie per la risposta e il supporto... attualmente navigo tra la corsia 6 e la 7, con i transfughi dell'Eschilo 2... a rivederci in acqua... Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nicola
Nantessiano
Nantessiano
avatar

NANTESSIANI : SI
Gruppo di Allenamento : ?
Messaggi : 154
Data d'iscrizione : 29.08.10
Età : 48
Località : Eur

MessaggioTitolo: Re: Invecchiamento   Dom 26 Set - 19:49

Ciao Pater, il tuo vero nome non lo so, parlavano pure su nuotomania.it qualche tempo fa riguardo all' invecchiamento e al nuoto. Sappi che io appoggio pienamente la tua teoria, il tuo pensiero. Spero di conoscerti presto ma io non vengo molto spesso la sera. So che sei un mistista, spero di ricevere qualche consiglio da te che oltre a essere piu' grande anche avrai sicuramente piu' esperienza nel settore. A presto Nicola
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.mondomaster.it
nello
Nantessiano
Nantessiano
avatar

NANTESSIANI : SI
Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioTitolo: Re: Invecchiamento   Lun 27 Set - 13:59

Ciao Pater (o Marco?)

ho fatto una ricerca veloce in rete e ho trovato un articolo interessante che analizza la performance degli atleti master non solo nel nuoto ma anche nella corsa e nel ciclismo, questo il link:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

MASTERS ATHLETES: AN ANALYSIS OF RUNNING, SWIMMING AND
CYCLING PERFORMANCE BY AGE AND GENDER
Lynda B. Ransdell1, Jamie Vener2, Jennifer Huberty3

contiene anche una discreta bibliografia.

Riporto una parte che mi ha colpito :

"V .O2max is defined as the maximal amount of oxygen that can be delivered to working muscles during exercise.
It can be measured in a laboratory or using any number of field tests that have been developed. Wiswell and colleagues (2000) proposed that V.O2max is the most significant predictor of performance in masters level runners.
Hawkins et al. (2001) proposed a rate of decline in V.O2max of 0.5%per year from age 40 to 59
years, and 2.4% per year beyond the age of 60. This decline in V.O2max is due to a combination of factors—
primarily changes in body composition and cardiovascular function"

riassumendo, la massima quantità di ossigeno che può essere inviata ai muscoli durante lo sforzo fisico diminuisce (mediamente) dello 0,5% annuo dai 45 ai 59 anni! e del 2,4% dopo i 60 affraid

Speriamo che "qualcuno" ne tenga conto nel corso dei prossimi allenamenti Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Invecchiamento   

Tornare in alto Andare in basso
 
Invecchiamento
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Nantes Ostiensis :: Master :: Allenamenti-
Andare verso: